Indice dei
Va Pensiero

ITALIAN - COLOMBIAN NETWORK
Organo Ufficiale della Associazione Italiani in Colombia - AICO
(P.G. Nro 375 Risoluzione 17 Giugno 2003)

Direttore
Gianfranco Chiappo
Redazione Cartagena
Edmondo Franchina
Vittorio Golin
Riccardo Ferreri
Redazione Bogotá
Giorgio Gatti
Redazione Italia
Pasquale Di Gregorio

Corrispondente Cali
Nathalie Michelin
Corrispondente Villavicencio
Jessica Ramirez
Corrispondente Medellin
Sergio Forgioli

Redazione Cartagena
Bocagrande, Av. San Martin
N. 9-145, Ed. Nautilus Of.901
Tel./Fax (+57) 5-665.39.62
Redazione Bogotá
Cra.15 n.79-69-Of.510
Tel. 6559810 - Fax 2189236
Redazione Italia
Via Stampatori 19 10122 Torino


Edizione N° 78 del 14 - 03 - 2008
News
Edizione Italiana  

 

Indice delle notizie
1.
Editoriale
2.
Italia per Sucre e Bolivar!
3.
AICO Notizie:
  a) AICO in Sincelejo.
  b) AICO in Cerete'.
  c) AICO Monteria
4.
AICO Incontri.
5.
AICO I°Torneo Playa Tortuga
Campioni!
6.
AICO Sezioni regionali.
Nuove sezioni regionali dell'AICO ai nastri di partenza.
7.
Quota Associativa.
8.
Importante: Elezioni.
Editoriale.
Un progetto importante della Cooperazione Italiana con la FAO apre questo numero del giornale a cui fanno seguito le diverse attivita' dell'AICO (Associazione Italiani in Colombia) e l'incontro con una dei candidati alle prossime elezioni politiche italiane eletta nella scorsa legislatura, Mariza Bafile, che speriamo sia la prima di un nutrito numero di candidati che ci visiteranno per presentarli agli elettori e renderli piu' consapevoli nelle loro scelte.
  Italia per Sucre e Bolivar.  
La Cooperazione Italiana finanzia un importante progetto pilota a sostegno dei "desplazados" di Sucre e Bolivar
Le comunità dei dipartimenti di Sucre e Bolivar si attendono molto dal progetto "Sostegno alle popolazioni urbane sfollate (desplazados), alle comunità rurali vulnerabili e che corrono il rischio di sfollamento nei dipartimenti di Bolívar e Sucre" destinato a 7.950 famiglie, che potrà produrre effetti riproducibili sino a quattro volte maggiore (40.000 famiglie) nell'ambito delle funzioni di insegnamento e complementarietà che lo stesso progetto sviluppa, mediante l'approntamento di meccanismi che contribuiscano ad incrementare la sicurezza alimentare e la protezione delle famiglie che vivono in condizioni vulnerabili.
Rappresenta una grande meta per il miglioramento delle condizioni di vita di molta gente che ha sofferto per l'allontanamento dalla propria terra natale, a cui il governo italiano partecipa in forma determinante.
Il progetto, che disporrà di un apporto di 1,4 milioni di dollari, è stato promosso dalla FAO e dalla Cooperazione Italiana come donante, e si svolgerà per 18 mesi, con l'intento di rafforzare la coordinazione del programma di emergenza, e implementare attività agricole e di sviluppo rurale che favoriscano la sicurezza alimentare e nutrizionale, per contribuire così al miglioramento delle condizioni di vita delle famiglie delle zone interessate.
Tra le attività che si realizzeranno si trovano la formazione, l'assistenza tecnica e la presenza costante in materia di produzione agricola, di nutrizione, alimentazione e commercializzazione che rafforzino le capacità dei nuclei familiari per produrre alimenti puliti, sani e nutritivi nelle proprie comunità o ambienti urbani di appartenenza.
Il progetto si articola con i seguenti obiettivi del programma Red de Seguridad Alimentaria (Resa) di Acción Social e con gli altri interventi che il governo colombiano proporrà in materia di assistenza alle popolazioni sfollate:
- accrescere la sicurezza alimentare e contribuire alla stabilizzazione socio-economica degli sfollati che risiedono nelle due capitali di Sucre y Bolívar - Sincelejo e Cartagena – mediante la promozione della orticoltura urbana, in modo che le famiglie beneficiarie producano alimenti per l'autoconsumo favorendo, al tempo stesso, il miglioramento della relativa cultura alimentare.
- accrescere la sicurezza alimentare e contribuire a proteggere le comunità vulnerabili (resistenti) e che soffrono un elevato rischio di sfollamento mediante la ricostituzione e intensificazione di una produzione agricola e di allevamento di migliore qualità nutritiva;
- favorire il graduale avvicinamento e ritorno/ristabilimento delle famiglie sfollate, che attualmente si trovano nelle zone urbane, alle proprie aree agricole per svolgere attività agricola e di allevamento nelle terre accessibili delle zone rurali, per assicurare il rafforzamento della sicurezza alimentare e della situazione economica e psico-sociale dei beneficiari;
- miglioramento e cambio nelle abitudini alimentari della zona costiera con l'introduzione di alimenti vegetali ricchi di vitamine e ferro che normalmente sono carenti nella dieta locale che, a causa della mancanza di equilibrio e surplus di farina e alimenti fritti, produce il più elevato livello di ipertensione, diabete e malattie cardiocircolatorie.
Un tavolo di lavoro, composto da personale della FAO, Cooperazione Italiana, funzionari delle Nazioni Unite e del Consolato Italiano di Cartagena, seguira' con particolare attenzione il progetto nelle varie fasi operative.



Luis Castillo, rappresentante della FAO, Gianfranco Chiappo, Console d'Italia.
AICO Notizie.

  AICO in Sincelejo.  

In Sincelejo si sono tenuti due incontri di grande significato. Nel corso del primo, la sera di giovedi 28 febbraio, presso il ristorante il Terrazzino, si e' incontrata gran parte della comunita' italiana con il Console, Gianfranco Chiappo, e con il rappresentante dell'AICO, Gastone Vincenti.
L'incontro ha avuto momenti di significativa emotivita' in particolare quando il decano degli italiani ha ringraziato gli ospiti perche' per la prima volta in Sincelejo era presente una rappresentanza ufficiale italiana.
Nel corso dell'incontro conviviale il Console ha illustrato le varie attivita' del consolato con le strutture poste a disposizione degli utenti sottolineando la disponibilita' per risolvere i diversi problemi sia burocratici che di ordine pratico.
Successivamente un video ha illustrato l'attivita' dell'AICO nelle varie sedi della Colombia e l'utilita' ad associarsi per uniti migliorare i contatti con la madre patria ed evidenziare necessita' e proposte.
In chiusura si e' ufficializzata la nascita della nuova Sezione Sucre dell'AICO con sede in Sincelejo ed e' stato nominato quale coordinatore Luis Alfredo Martinez Baracchi.
Fra le molte richieste presentate dalla comunita' e' emersa in particolare la necessita' di supporti culturali e, come minimo, poter accedere a corsi di lingua e cultura italiana.
A questo proposito il Console e il rappresentante dell'AICO si sono impegnati per cercare di fornire soluzione a una richiesta che si riscontra ovunque.
Infine nella mattinata di venerdi', alla presenza delle massime autorita' cittadine e regionali, si e' illustrato il progetto FAO-Coperazione Italiana di cui diffusamente si parla in questo numero di "Va Pensiero".

    

_______-Luis Alfredo Martinez Baracchi, Gianfranco Chiappo,         ____________Gianfranco Chiappo, Luis Alfredo Martinez Baracchi,
            ________________Gastone Vincenti.
____ ______                      _________ ________________Aimo Baribbi.

AICO in Cerete'.  

Su invito dell'Alcalde, venerdi 29 febbraio, il Console Gianfranco Chiappo assieme al rappresentante dell'AICO, Gastone Vincenti si sono recati a Cerete' (Cordoba) per incontare le autorita' locali.
L'incontro ha avuto come principali interlocutori l'Alcalde stesso, Rafael Chica, e l'Assessore alla Cooperazione Internazionale di Cerete', Juan Carlos Saibis, nonche' rappresentanti dei settori delle diverse attivita' della citta' che gia' si avvicina ai 90.000 abitanti.
Il tema dominante e' stata la volonta' della amministrazione locale di istituire un gemellaggio con la omonima localita', Cerete, che si trova in provincia di Bergamo, nonche' di approfondire tutti gli aspetti nell'ambito della possibile cooperazione con l'Italia.
Nel corso della visita alla bella e nuova struttura espositiva che raccoglie diverse attivita' artistiche della citta' gli ospiti italiani, nel ringraziare della calorosa e fraterna accoglienza, si sono impegnati nel cercare di appoggiare le richieste che verranno dagli amministratori.
In particolare il Console si e' impegnato, durante la sua prossima visita in Italia, di contattare personalmente e visitare le autorita' della Cerete italiana per facilitare il possibile gemellaggio.
La visita, terminata con un simpatico omaggio ai visitatori, ha permesso di creare un rapporto di amicizia che sara' fruttuoso in particolare per tutti gli italiani, italo-colombiani e amici dell'Italia che vivono a Cordoba e particolarmente a Cerete'.


  
________l'Assessore alla Cooperazione Internazionale ____ _ ______________________Il Console Gianfranco Chiappo e l'Alcalde di
_di Cerete Juan Carlos Saibis, l'Alcalde di Cerete', Rafael Chica, _______________________________Cerete', Rafael Chica.
____________ _ il Console Gianfranco Chiappo.
     AICO in Monteria.  

Anche a Monteria il venerdì 29 febbraio si e' incontrata la comunità italiana con il Console, Gianfranco Chiappo, e con il rappresentante dell'AICO, Gastone Vincenti.
Nel corso dell'incontro conviviale il Console ha illustrato le varie attività del consolato con le strutture poste a disposizione degli utenti sottolineando la disponibilità per risolvere i diversi problemi sia burocratici che di ordine pratico.
Successivamente un video ha illustrato l'attività dell'AICO nelle varie sedi della Colombia e l'utilità ad associarsi per uniti migliorare i contatti con la madre patria ed evidenziare necessità e proposte.
In chiusura si e' ufficializzata la nascita della nuova Sezione Cordoba dell'AICO con sede in Monteria ed e' stato nominato quale coordinatore Paolo Bianchi che sarà assistito nelle sue funzioni dai signori: Nelson Rodriguez Hernandez, Pamela Ganem e Fortunatina Brisetti Barrero.
Fra le molte richieste presentate dalla comunità e' emersa in particolare la necessità di supporti culturali e, come minimo, di poter accedere a corsi di lingua e cultura italiana.
A questo proposito il Console e il rappresentante dell'AICO si sono impegnati per cercare di fornire soluzione ad una richiesta che si riscontra ovunque.

Gruppo AICO di Monteria.

AICO Incontri.
Chi ci ha visitato…
La visita alla comunità italiana di Cartagena da parte della deputata del Parlamento italiano Mariza Bafile.


L'incontro, su invito dell'AICO (Associaziome Italiani in Colombia), si è tenuto nella serata di mercoledi 5 marzo presso la sala riunioni del hotel-ristorante "Da Pietro", la cui accoglienza e cortesia sono oramai divenute proverbiali.
Nello svolgimento della riunione l'onorevole Bafile (parlamentare eletto nella circoscrizione sud-americana) ha illustrato il lavoro svolto nella passata legislatura in favore degli italiani all'estero, ricordando le molte cose che restano da fare e, presentando la sua candidatura al prossimo parlamento nel PD (Partito Democratico), ha promesso di continuare la sua attivita' in favore delle comunita' italiane con il massimo impegno.
Successivamente l'onorevole Bafile ha risposto a molti quesiti posti dai presenti che con attenzione hanno seguito l'esposizione della parlamentare.
Il Console italiano, Gianfranco Chiappo, ha sottolineato l'importanza che ha il ruolo di tutti noi italiani all'estero nel votare numerosi e con attenzione per favorire la visibilità della nostra presenza e stimolare così, all'interno del Belpaese, iniziative a vantaggio di tutti negli importanti settori dell'educazione, della sanita', della cultura e dell'avviamento e sostegno all'occupazione.
Il Console unitamente al Presidente dell'AICO, Edmondo Franchina, ha poi evidenziato come questi incontri continueranno con tutti i candidati che visiteranno Cartagena per fornire agli elettori un panorama il piu' completo possibile delle diverse proposte elettorali e permettere quindi un voto consapevole e diretto, in particolare da parte di coloro che piu' hanno a cuore le problematiche del Paese e delle esigenze degli italiani residenti all'estero.
In vista delle prossime elezioni politiche che si terranno in Italia nei giorni 13-14 aprile Ricordiamo a tutti i nostri iscritti e lettori di aggiornare i loro indirizzi presso consolati,ambasciata e AIRE elemento fondamentale per poter votare.



Edmondo Franchina, Presidente dell'AICO, Mariza Bafile, deputata del Parlamento italiano e
Gianfranco Chiappo, Console d'Italia
.

AICO I°Torneo Playa Tortuga.
Campioni!
Trionfo della squadra del consolato italiano nel I°Torneo di football playa tenutosi presso il chiosco Playa Tortuga a Bocagrande, Cartagena, e organizzato dall'AICO, dal chiosco-ristorante Playa Tortuga e dal Consolato italiano di Cartagena
Il giorno 6 marzo scorso la compagine rappresentativa dell'ufficio consolare italiano di Cartagena ha vinto la finale del torneo di football playa al quale hanno partecipato anche diverse squadre con giocatori italiani e colombiani.
L'evento, che si è svolto all'insegna dell'amicizia e dello sport, è stato un grande successo; è stato seguito da molti appassionati e ci esorta ad organizzare una nuova edizione, che si terrà nei mesi di luglio ed agosto prossimi.
Nelle foto la premiazione del miglior giocatore del torneo (Alex Redondo) e del capitano della squadra vincitrice (Alfredo Orozco) avvenuta ad opera del Console italiano.

    

___________Il Console Gianfranco Chiappo e il                        ______________________Il Console Gianfranco Chiappo e il miglior
_____capitano della squadra vincitrice, Alfredo Orozco.______________________________giocatore del torneo Alex Redondo

     AICO Sezioni Regionali.       


Nuove Sezioni Regionali dell'AICO ai nastri di partenza.
Stiamo procedendo alla revisione degli archivi elettronici al fine di individuare e classificare tutti i nostri iscritti e simpatizzanti in base alla città italiana di origine.
Cio' al fine di poter giungere quanto prima alla costituzione delle Sezioni Regionali dell’AICO che, come ricordato nell'edizione del news precedente, saranno nella fase iniziale almeno: Abruzzo, Piemonte, Lombardia, Campania, Lazio, Calabria, Veneto, Sicilia e Puglia (oltre alle gia’ formate Lucania e Trentino-Alto Adige).
Ricordiamo a tutti di fornirci i loro dati e la loro adesione alle realta' regionali indicate o ad altre di appartenenza; il vostro aiuto e' indispensabile per questo nostro lavoro.
Scrivete a: aico.vapensiero@gmail.com

Quota Associativa

Cari amici italiani, di origine italiana e colombiani interessati al nostro Paese ed alla nostra cultura, le modalità per il versamento relativo alla quota sociale del 2008 sono le seguenti:
1) pagamento della quota associativa annuale di 120.000 pesos in unica soluzione entro la fine di aprile;
2) in due rate semestrali da 60.000 pesos, la prima da versare entro la fine di marzo e la seconda entro la fine di agosto.
Ciò per motivi organizzativi e di costi.
Le suddette somme potranno essere versate direttamente presso la segreteria delle Sedi di Cartagena e Bogotà o accreditate presso il Bancolombia sul conto di risparmio n. 08631453792 intestato alla “Associazione Italiani in Colombia”. In questo caso possibilmente mandare anche via email o fax la conferma con nominativo e dati del pagamento. (ricordiamo la email di AICO: aico.vapensiero@gmail.com e il telefax 5-665.39.62).
Nel ricordarvi che il vostro contributo è indispensabile per le nostre attività vi rammento di indicare con esattezza il vostro indirizzo elettronico (nonche’ quello di amici e conoscenti) affinchè possiate ricevere regolarmente il nostro giornale “Va Pensiero”, sempre ricco di notizie e curiosità con particolare riferimento alle Comunità Italiane sia in Colombia che in America-Latina.
Il Tesoriere
Guido Presutti

   IMPORTANTE: ELEZIONI    

SEGUITE LE NOSTRE INFORMAZIONI E MANDATE GLI INDIRIZZI AGGIORNATI, NEL CASO LI ABBIATE CAMBIATI, AI CONSOLATI, ALL'AMBASCIATA E, SOPRATTUTTO, ALL'AIRE PER RICEVERE IL CERTIFICATO ELETTORALE CHE COME SAPETE VIENE INVIATO VIA POSTA. PER INFORMAZIONI E COMUNICAZIONI: aico.2000@yahoo.it

Se avete domande o volete offrirci la vostra collaborazione scriveteci: info@assoitaliani-co.org