Indice dei
Va Pensiero

ITALIAN - COLOMBIAN NETWORK
Organo Ufficiale della Associazione Italiani in Colombia - AICO
(P.G. Nro 375 Risoluzione 17 Giugno 2003)

Direttore
Gianfranco Chiappo
Redazione Cartagena
Edmondo Franchina
Vittorio Golin
Riccardo Ferreri
Redazione Bogotá
Giorgio Gatti
Redazione Italia
Pasquale Di Gregorio

Redazione Cooperazione
Marcello Pini
Redazionei ANA

Luigi Paccazocco
Gastone Vincenti
Corrispondente Cali
Nathalie Michelin
Corrispondente Villavicencio
Jessica Ramirez
Corrispondente Medellin
Sergio Forgioli

Redazione Cartagena
Bocagrande, Av. San Martin
N. 9-145, Ed. Nautilus Of.901
Tel. (+57) 5-665.39.62
Fax. (+57) 5-659304
Redazione Bogotá
Cra.15 n.79-69-Of.510
Tel. 6559810 - Fax 2189236
Redazione Italia
Via Stampatori 19 10122 Torino

Edizione N° 86 del 09 - 06 - 2008
News
Edizione Speciale ALPINI      

 

Indice delle notizie
1.
Editoriale.
2.
La prima volta...indimenticabile.
3.
La genesi...come siamo nati.
4.
Ecco il : Gruppo ANA Colombia "Sierra Nevada de Santa Marta".
5.
Un saluto fraterno alle sezioni ANA dell'America Latina.
6.
Un impegno per il futuro (Tutti a.........Latina).
7.
Unisciti a noi.
______Editoriale ______
Vi sono momenti particolari che vanno sottolineati e dove l'emozione si coniuga con la sensazione dell'avere portato a compimento il proprio impegno e la soddisfazione non e' spiegabile con il comune sentire del dare e dell'avere. Sai in quel momento che hai ottenuto molto di piu' di quello che hai dato.
Questo e' quello che ho vissuto personalmente ed hanno vissuto quelli che erano con me all'adunata dell'ANA (Associazione Nazionale Alpini) a Bassano del Grappa il 10-11 maggio.
Nel momento che il Gruppo Alpini Colombia, nato ufficialmente da pochi mesi, sfilava di fronte a centinaia di migliaia di persone gioiosamente festanti e' nato come un impegno che ci ha tutti coinvolti per crescere sempre di piu' e dimostrare che questo era solo il primo passo.
Quindi questo numero e' uno speciale su quello che e' stato e su quello che speriamo...sara'.

Il Direttore.
La prima volta...indimenticabile.
Il Gruppo Colombia all’adunata di Bassano !!!
Cari amici eccovi in poche righe il racconto che ha coinvolto, per la prima volta, il Gruppo Colombia all'adunata alpina 2008 di Bassano del Grappa. Partiamo da Torino venerdi' mattina 9 maggio, il Presidente Fondatore Gianfranco Chiappo ed io alla volta della splendida cittadina veneta. La macchina era tappezzata dei cartelli ufficiali dell'adunata e di quelli del Gruppo Colombia.
Arrivo a Bassano intorno a mezzogiorno. Veniamo alloggiati, con le altre Sezioni e Gruppi provenienti dall'estero, nell'ex-ospedale di Bassano, in pieno centro ed a 50 metri dalle Tribune autorita'.
Nel pomeriggio partecipiamo al Teatro Da Ponte all'incontro tra il Presidente Nazionale Perona, i Consiglieri Nazionali ed i Presidenti delle Sezioni ANA all'estero.
Alla sera, sotto la attenta regia del Responsabile delle Sezioni estere Ornello Capannolo, con altri 300 alpini provenienti da tutto il mondo, consumiamo una ricca cena alla veneta in un bel ristorante in pieno centro.
La mattina del sabato, in occasione dell'incontro con le delegazioni ANA estere e delegazioni IFMS e militari stranieri, sempre al Teatro Da Ponte, gremitissimo in ogni ordine di posto, abbiamo l'onore di salire sul palco, ed il Presidente Chiappo riceve ufficialmente il gagliardetto del Gruppo Colombia dalle mani del Presidente Nazionale Corrado Perona. Non vi dico gli applausi e l'emozione da parte nostra.
E cosi' domenica mattina alle ore 8,30 eravamo gia' all'ammassamento prima della sfilata.Insieme a Chiappo ed io c'erano i due alpini arrivati dalla Colombia: Guido Siboldi originario di Levanto e Guido Gozzi originario di Verona. Il gagliardetto lo teneva Guido di Verona ed io facevo l'alfiere.Chiappo e l'altro Guido tenevano il nuovissimo striscione, che ci eravamo portati a Bassano, con su scritto: Gruppo Colombia, nato il 12 gennaio 2008.
Poco prima di iniziare a sfilare, incuriositi dal nostro striscione, si avvicinavano l'ex-Vice Presidente Nazionale Carlo Balestra, Roberto Casagrande ed altri amici di Feltre, che ci chiedevano l'onore di sfilare con noi. Figuratevi a noi appena nati! L'onore era sopratutto nostro e per questo non finiremo mai di ringraziarli. Grazie cari fratelli Alpini di Feltre ed un grande abbraccio!
La sfilata e' stata emozionante, tra due ali di folla impressionante. Il nostro Gruppo, che ha aperto la sfilata delle Sezioni Estere, ha suscitato una simpatia incredibile. Eravamo applauditi da ogni parte e non sapevamo come ringraziare. L'altoparlante vicino alla Tribuna delle Autorita', tra gli applausi di tutti ha detto: 'Benvenuti alpini da tutto il mondo... Eccolo un Gruppo che consideriamo un Gruppo bocia, grazie ragazzi di averlo formato e voluto...Gruppo Colombia Benvenuti !!!'. (tutto questo potrete ascoltarlo e vederlo in diretta collegandovi al sito www.ana.it, cliccate sulla voce 'i video della sfilata', andate sul numero 2 Sezioni all'estero).
Avete capito Loro ci ringraziavano. Ma siamo noi a dover ringraziare TUTTI per l'accoglienza. In modo particolare il Presidente Perona, Ornello Capannolo, il Presidente della Sezione di Torino Giorgio Chiosso, il Capo-Gruppo di To-Alpette Bruno Bianco (che mi diede in gennaio il gagliardetto del Gruppo da portare in Colombia), gli Alpini di Feltre, di Masera' (Padova), di Levanto e tutti gli altri Alpini e non, ma proprio tutti.
La prossima adunata sara' a Latina il 9 e 10 Maggio 2009. Per chi, in Colombia, leggera' queste poche righe, l'invito e' di partecipare con noi. Iscrivetevi al Gruppo Colombia, i sacrifici per venire all'adunata saranno notevoli, ma vivrete una esperienza impagabile e coloro che non potranno venire si sentiranno spiritualmente uniti e partecipi con noi.
Facciamolo conoscere e crescere questo Gruppo: tantissimi alpini e amici degli alpini ci vogliono gia' bene.
LUIGI PACCAZOCCO.

Il Presidente Nazionale ANA Corrado Perona consegna i riconoscimenti ufficiali a l Presidente Gianfranco Chiappo del Gruppo Colombia

Labaro con le medaglie d'oro dell'ANA apre la sfilata di Bassano
Presentazione della bandiera a Bassano
Guido Gozzi, Gianfranco Chiappo, Carlo Balestra, Guido Siboldi.
Gruppo Alpini Colombia si prepara a sfilare.
Gruppo Alpini Colombia con gli amici di Feltre
Gli amici alpini di Masera' (Padova).
Guido Gozzi con il gagliardetto del
Gruppo Colombia.
Masera'(Padova) e Gruppo Colombia sfilano uniti
________La genesi...come siamo nati.

Il gruppo To-Alpette sbarca in Colombia.

Comincia tutto nell'agosto del 2005 quando compare e leggo su un sito internet (www.fafuo.org) un appello e un grido di aiuto di questa organizzazione. La Fafuo e' una fondazione che comprende varie associazioni, senza fini di lucro,operanti a Cartagena sotto la guida diretta del fondatore il Prof. Dott. Gianfranco Chiappo, un pediatra torinese, da alcuni anni residente a Cartagena, anima e motore di tutte queste iniziative benefiche. Cosi' un'anno dopo, il 12 agosto 2006, dopo alcuni contatti via e-mail, parto alla volta di Cartagena in Colombia. Porto con me anche una raccomandazione del Presidente della Sezione di Torino Giorgio Chiosso, per eventualmente raccogliere adesioni tra ex-alpini emigrati laggiu' e formare un Gruppo A.N.A. in Colombia, tra i pochi paesi del Sud-America assenti dalle Sezioni Estere.
La prima emozione, al mio arrivo all'aereoporto di Cartagena alle ore 24,30 con piu' di due ore di ritardo, e' stata trovare ad aspettarmi due persone dello staff del Prof.Chiappo. Mi hanno accompagnato in Hotel e congedato dopo mille saluti e complimenti. L'indomani mattina dopo lo scambio di regali, visito insieme a loro la citta'. Cartagena e' bellissima, la parte nuova ed il centro storico coloniale, circondato dalle mura e bastioni spagnoli del 1600, stupiscono anche il viaggiatore piu' preparato. La citta' e' dominata dall'enorme castello spagnolo di San Felipe de Barajas e bagnata dal Mar dei Carabi. Poi sono andato a conoscere il Prof. Chiappo: l'incontro e' stato cordialissimo, mi ha fatto un'ottima impressione.
Ma da buon torinese lui non vuol perdere nemmeno un minuto e cosi' ogni mattina mi veniva a prendere uno dei suoi uomini e mi portava ogni volta in un barrio (quartiere) diverso dove opera la sua organizzazione. Cosi' ho capito che la normalita' a Cartagena, non e' il centro moderno per turisti, ma la smisurata periferia dove le famiglie hanno un reddito che normalmente non supera i due euro al giorno. Lo stipendio medio arriva a fatica a 100 euro al mese (300 mila pesos) e sono pochi i fortunati. Fame (letteralmente), miseria, malattie colpiscono soprattutto i piu' piccoli.
C'e' una altissima mortalita' infantile, lo Stato non riesce ad intervenire se non donando piccoli pezzi di terra a organizzazioni umanitarie, ma poi non puo' fare molto di piu'. E' incredibile come venivo accolto in queste piccole scuole, i bambini festanti incontro, gioiosi e apparentemente felici, un'emozione ditro l'altra. I loro genitori non riescono quasi mai a pagare nemmeno una retta minima, e l'organizzazione provvede a dargli una divisa, una scuola, un'alimentazione sufficiente e fargli fare sport.
Se ripenso che a pochi metri dalle loro scuole vivono con le famiglie in baracche, senza fogne, senza gas, con poca acqua e un'illuminazione al minimo, altro che emozioni, certe volte uscivo con un groppo in gola. Il Prof. Chiappo, pediatra, visita i bambini e cerca di risolvere i casi piu' disperati con una abnegazione ed un impegno a dir poco encomiabili. Intanto dopo aver parlato lungamente con Chiappo ed aver avuto la sua totale disponibilita' ad aiutarci nella ricerca di alpini residenti in Colombia, il primo colpo lo facevo proprio io.
Il proprietario di un ristorante su di una delle piazze piu' belle del centro coloniale di Cartagena (p.zza Simon Bolivar) e' un piemontese ed aveva fatto la naja negli alpini.
Si chiama Francesco Borasio e si e' dimostrato subito entusiasta, dando la sua immediata disponibilita'. I giorni correvano cosi' via veloci ed alla fine arrivava a fine agosto il momento del commiato. Il seme era stato interrato ma onestamente non pensavo che in un futuro immediato, il raccolto sarebbe stato cosi' abbondante. Seguitemi e capirete il perche'. Tornato a Torino continuavano via e-mail i contatti con Chiappo.
Lui e' anche Presidente dell' AICO ( Associazione Italiani in Colombia ) e della FAIAL ( Federazione Associazioni Italiani in America Latina), e invia, tramite internet, un giornale bilingue che si chiama' Va' pensiero', a tutti gli italiani iscritti a queste associazioni e residenti in America Latina. Cominciavano cosi' le prime adesioni ed il nostro progetto prendeva corpo. Naturalmente tenevo al corrente il nostro Presidente ed il mio Capo-Gruppo Bruno Bianco dell'evolversi delle cose. Nella tarda primavera del 2007 il Prof. Chiappo faceva una breve visita in Italia ed allora con il Presidente Chiosso e l'ex Consigliere Nazionale Rolando siamo andati dal nostro Presidente Nazionale Corrado Perona.
L'incontro a Santhia' e' stato simpatico e caratterizzato da una grande alpinita'. Perona ha auspicato tempi rapidi per la costituzione del Gruppo Colombiano, visto che tra i suoi doveri di Presidente Nazionale c'e' anche quello di visitare le Sezioni Estere. Intanto il 4 Agosto 2007 ricevevo da Chiappo la notizia che era stato nominato dal Ministro degli Esteri: Console d'Italia a Cartagena. Dopo esser arrivati a sette, otto adesioni poteva prendere corpo la costituzione del Gruppo, con la nomina onoraria di Chiappo come Presidente Fondatore, Capo- Gruppo Gastone Vicenti un ex-tenente medico della Taurinense da tanti anni residente a Cartagena, e Vice Capo- Gruppo il sopracitato Francesco Borasio. Il 14 gennaio 2008 riceviamo per conoscenza, il Presidente Chiosso ed io, questa e-mail mandata a Chiappo dal responsabile Sezioni Estere Ornello Capannolo: Carissimo Gianfranco e Gastone, finalmente siamo arrivati alla conclusione, sabato 12 a Milano, il Consiglio Direttivo Nazionale, ha approvato la costituzione dal Gruppo Alpini autonomo 'Colombia'. Per questioni amministrative ed organizzative, il Gruppo e' appoggiato alla Sezione Argentina, tenendo presente che il Capo Gruppo dovra' avere corrispondenza e contatti vari, direttamente con la sede Nazionale e con il sottoscritto. Per la sezione Argentina non ci saranno cambiamenti, tutto funzionera' come sempre.
La sede Nazionale provvedera' all'acquisto del Gagliardetto che vi verra' consegnato alla prima occasione. Il Presidente Nazionale Corrado Perona ed il Consiglio Nazionale augura buon lavoro. Cordiali saluti, Ornello Capannolo.
Era fatta!. Intanto il 18 gennaio 2008 partivo per la seconda volta per la Colombia. Nei giorni precedenti avevo raccolto piccoli doni, per gli alpini colombiani, datemi da Chiosso e da Bianco. Ma soprattutto, oltre al mio cappello alpino, il Capo- Gruppo mi aveva affidato il gagliardetto dell'Alpette.
Arrivato a Cartagena venivo accolto oltre che da Chiappo e dal neo Capo Gruppo Vicenti, con tanto di cappello alpino, da circa una cinquantina di bambini che con cori e canti mi davano il benvenuto. E cosi' il mio soggiorno di due settimane volava tra una visita ai vari quartieri e feste con alpini in ristoranti italiani e presso la sede del Consolato.
Il gagliardetto dell'Alpette, come si puo' vedere dalle foto, e' sempre in primo piano e fa' bella mostra di se' in una terra cosi' lontana da noi, ma vicina ai nostri cuori. Avevo anche la possibilita' di conoscere la bambina che avevo adottato a distanza.
Si chiama Naomi, ha 3 anni, la sua famiglia e' poverissima ma l'affetto che mi hanno dato non posso descriverlo. Alla mia partenza il Gruppo Colombia mi garantisce la partecipazione all'Adunata di Bassano. A Torino consegno foto e queste quattro righe al mio Capo-Gruppo.
Bianco mi manifesta l'intenzione che il Gruppo Alpette possa aiutare tangibilmente questi bambini. Vedremo come e quando e ne parleremo in un prossimo articolo. Intanto vi aspettiamo a Bassano????, alpini colombiani, e tutti assieme brinderemo alla fratellanza alpina che non conosce barriere ne' ostacoli e anche per questo ci rende unici e ineguagliabili.
LUIGI PACCAZOCCO.


Il Gruppo Torino Alpette ad Alpette.
Il Gruppo Torino Alpette all'osservatorio astronomico di Alpette.
Bruno Bianco e Gianfranco Chiappo.

Giorgio Chiosso e Gianfranco Chiappo.
Luigi Paccazocco, Giorgio Chiosso e Gianfranco Chiappo.
 

Ecco il: Gruppo Alpini Colombia
"Sierra Nevada de Santa Marta"

In data 14 gennaio Ornello Capannolo, responsabile delle sezioni estere dell’ANA, ha comunicato con queste parole al Presidente e Capogruppo della Colombia il riconoscimento ufficiale: “Carissimo Gianfranco e Gastone, finalmente siamo arrivati alla conclusione; sabato 12 gennaio a Milano il Consiglio Direttivo Nazionale ha approvato la costituzione del Gruppo Alpini autonomo "Colombia". Il Presidente Nazionale Corrado Perona e il Consiglio Nazionale augurano buon lavoro”.
Il Gruppo, che si è costituito ufficialmente il 2 maggio 2007, nel corso di questi mesi ha raccolto svariate adesioni, grazie soprattutto all'appello effettuato attraverso l'AICO, l'Associazione degli italiani in Colombia.
E’ passato qualche mese dalla prima riunione ufficiale, avvenuta il 7 maggio 2007 a Cartagena de Indias, dove il Fondatore e Coordinatore, Prof. Dott. Gianfranco Chiappo, il Capo Gruppo Dott. Gastone Vincenti e il Vice Capo Gruppo Francesco Borasio, hanno definita l'organizzazione interna del Gruppo e hanno presentato i primi soggetti aderenti: Gastone Vincenti, Francesco Borasio, Ezio Fenocchio, Fiorino Pasqualotto Baccarin, Guido Marzo e Fabrizio Catei.

La presentazione ufficiale del Gruppo era avvenuta in occasione di un successivo incontro, svoltosi in seno all'AICO e all’IPIC (Imprenditori e Professionisti in Cartagena) il 12 ottobre 2007 a Cartagena de Indias. In tale occasione è stato presentato il nome ufficiale del Gruppo: "Sierra Nevada de Santa Marta", ovvero la più alta montagna al mondo vicino al mare.
Nel corso della manifestazione si era aggregato al Gruppo un nuovo "alpino": Guido Gozzi.
Nel corso della cena di benvenuto al 2008 tenutasi a Cartagena il 28 gennaio 2008, in cui è stato ufficializzato il Gruppo, è stato presentato anche il logo del Gruppo Colombia - "Sierra Nevada de Santa Marta".
All'incontro ha partecipato anche l'alpino torinese Luigi Paccazocco, uno dei promotori del Gruppo Colombia.

Il Gruppo é attualmente composto dai seguenti alpini e amici degli alpini:

 
Gianfranco Chiappo Sergio Forgioli
Gastone Vincenti Edmondo Franchina
Francesco Borasio Pedro Arias
Ezio Fenocchio Antonio Penso
Fiorino Pasqualotto Guido Presutti
Guido Marzi Larissa Aaron
Fabrizio Catei Pietro Iorio
Riccardo Ferreri Sergio Pernetti
Guido Gozzi Alfredo Delli
Vincenzo Sofia Kellys Ortega
Guido Siboldi Marcello Pini

Il primo impegno ufficiale si e' concretizzato nella presenza del Gruppo alla Adunata Nazionale a Bassano del Grappa del maggio 2008 dove ha riscosso un entusiastico successo di folla e suscitato una grande simpatia.
I programmi futuri sono molti e vi informeremo nei successivi nostri comunicati. Vi aspettiamo numerosi il nostro desiderio e' di riuscire a costituire una Sezione Colombia con la presenza di tanti alpini e amici degli alpini.

Sede Nazionale: Colombia-Cartagena de Indias-Bocagrande-Av. San Martin 9#145-Ed. Nautilus Of. 901- Tel.(57)5-665.39.62-665.39.04. E.mail: alpinicolombia@yahoo.com

Un saluto fraterno alle sezioni ANA dell'America Latina.

Iniziamo da questo speciale alpini un dialogo che speriamo sia sempre piu’ ricco di incontri e confronti con le sorelle latino americane dell’ANA.
Il nostro invito e’ che ci scriviate e ci mettiate al corrente delle iniziative piu’ importanti in modo che con i nostri network (“Va Pensiero” e “Grande Italia”) le pubblicheremo e diffonderemo in diversi paesi del continente americano e in Italia.
Facendo seguito agli incontri avuti a Bassano con gli amici argentini e uruguaiani speriamo, in un tempo non lontano, di poter organizzare un incontro delle Sezioni e dei Gruppi latino americani, e gia’ vi proponiamo come punto di incontro la nostra splendida Cartagena (sede del nuovo Gruppo Colombia), citta’ dichiarata patrimonio dell’umanita’ dall’UNESCO e considerata la piu’ affascinante del continentre con i suoi 11 chilometri di antiche mura e un centro totalmente seicento e settecento coloniale.
Nel mandarvi un saluto fraterno dagli alpini e amici degli alpini del Gruppo Colombia aspettiamo ansiosi vostre notizie.

Il Presidente del Gruppo ANA Colombia-Sierra Nevada di Santa Marta.
Gianfranco Chiappo

Un impegno per il futuro (Tutti a.........Latina).

Quando si ha ancora negli occhi e nel cuore il ricordo di un'adunata il primo pensiero già corre alla prossima.Latina non è terra alpina di elezione ma il calore sarà sicuramente immenso sia per la genesi che vede nella nascita della giovane città impegnate tante forze provenienti dal veneto sia per la passione dei suoi abitanti e l'amore verso l'Italia e quindi gli alpini che dello spirito italiano sono l'incarnazione più pura.Adesso parliamo di noi e come prepararci…. La nostra voglia è crescere, riunire tanti nuovi alpini e amici degli alpini e in breve tempo costituire una nuova Sezione in cui potrebbero confluire gruppi delle diverse nazioni vicine, parlo in particolare di Ecuador, Costarica, Panama, ecc, dove ancora non esiste una struttura ANA funzionante o riconosciuta.
Nello stesso tempo far sentire la nostra presenza in Colombia con attività a favore della collettività italiana e della popolazione locale che più abbisogna.In questi due settori già abbiamo iniziato ad operare sia costituendo un gruppo nell'ambito dell'AICO (Associazione Italiani in Colombia), l'associazione più numerosa e diffusa nel paese che riunisce italiani di tutte le generazioni e gli amici dell'Italia, sia appoggiando la fondazione italo-colombiana più importante che opera in favore dell'infanzia locale più bisognosa:'FUNINCOL' (Fondazione Internazionale 'Los Ninos de Colombia').
A proposito di quest'ultima vi invieremo maggior dettagli nonchè l'idea di un progetto che potrebbe unire gli alpini italiani con i locali per offrire un aiuto strutturato e duraturo ai più bisognosi realizzando un'opera che lasci un ricordo perenne dell'operosità e generosità italiana verso chi più soffre in ogni parte del mondo e con impressa l'aquila alpina.

Vi informeremo sulle nostre attività ma quello che vi chiediamo e di esserci vicini come noi ci sentiamo sempre vicini a voi.

 

Unisciti a noi.

Dopo aver raccontato i momenti piu' importanti della nostra storia e del nostro presente questo e' il momento piu' importante perche' nell'appello che facciamo a tuti voi sia come alpini, sia come amici degli alpini di unirsi a noi dipende il nostro futuro.
Non sempre il numero e' sinonimo di eccellenza tuttavia costituisce la forza trainante per qualsiasi iniziativa e nel nostro caso trattandosi di alpini o amici degli alpini non puo' che costituire al tempo stesso un fattore di eccellenza sul piano umano e della partecipazione.
Questo invito e' rivolto a tutti, in particolare a coloro che si trovano in terra colombiana ma anche ai tanti amici italiani che qui passano piu' o meno lunghi periodi o che ci seguono con tanto affetto dall'Italia e da tanti paesi.
Vi aspettiamo !!!!
E.mail: alpinicolombia@yahoo.com

Se avete domande o volete offrirci la vostra collaborazione scriveteci: e-Mail: info@assoitaliani-co.org